The Edinburgh Seven – Vero inglese

Copy of Real English Youtube Instagram Post

Benvenuto nel video di Real English di questo mese in cui ti parlo della storia e della cultura di Edimburgo e della Scozia e riceverai un'ottima lezione di inglese guardando la lingua nel contesto! Questo mese, in occasione della Giornata internazionale della donna, vi racconto l'incredibile storia delle Edinburgh Seven, le prime donne a immatricolarsi in un'università britannica. Guarda il nostro video e leggi il nostro blog interattivo per fare pratica con l'inglese.

I sette di Edimburgo

Nel blog di Real English di questo mese e in occasione della Giornata internazionale della donna, ti raccontiamo gli incredibili Edinburgh Seven, eroi educativi e pionieri che sono stati criminalmente dimenticati nei libri di storia!

Regoliamo la scena

La nostra storia si svolge nell'Edimburgo del XIX secolo. A questo punto, l'università di Edimburgo era considerata una delle migliori scuole di medicina del mondo. Questa reputazione è rimasta ed è ancora vista come un posto eccellente per imparare a fare il medico. E, naturalmente, la società vittoriana credeva che le donne fossero intellettualmente ed emotivamente molto diverse dagli uomini. In particolare, erano visti come inferiori e schiavi delle loro emozioni, spesso descritti come il sesso debole. È di fronte a questi innumerevoli ostacoli, 7 donne stavano per cambiare la storia.

Painting of Sophia Jex-Blake, leader of the Edinburgh Seven
Sophia Jex-Blake (1840-1912) di William Arthur Chase

Tutto inizia con Sophia Jex Blake

Sophia è nata nel 1840 nella città inglese di Hastings e ha avuto un'educazione agiata. Nonostante le proteste dei suoi genitori, si è iscritta al Queen's College di Londra, il primo istituto di istruzione in Gran Bretagna dove ragazze e donne potevano ottenere titoli accademici. Le è stato offerto un posto di insegnante che ha accettato, ma suo padre è rimasto inorridito quando ha scoperto che sarebbe stata pagata e le avrebbe permesso di lavorare solo se avesse rifiutato i soldi.

Invece, all'età di 21 anni, è andata negli Stati Uniti e ha lavorato per un certo periodo come assistente amministrativa presso il New England Hospital for Women and Children di Boston. Lì incontrò un'altra donna incredibile,  Dott.ssa Lucy Ellen Sewall. La dottoressa Sewall era una dottoressa e attivista per la riforma sanitaria e sociale a Boston, e una delle prime donne a ottenere una laurea in medicina negli Stati Uniti. La sua posizione sociale e le sue capacità mediche hanno reso più facile e più accettabile per altre donne ottenere l'accettazione come dottore.

Il dottor Sewell ha ispirato Sophia

Ha iniziato a cercare un'università in cui studiare medicina quando è tornata in Inghilterra. Ma ogni singola università a cui si è candidata ha detto di no. Piuttosto che arrendersi, guardò a nord del confine e fece domanda all'università di Edimburgo. Hanno detto di no MA lei ha scritto per chiedere di partecipare alle lezioni estive, e questo è andato a votazione.

E ha avuto un po' di sostegno, anche se molti dei sostenitori hanno accettato che studiasse solo ostetricia e ginecologia. Ma la stragrande maggioranza non era d'accordo. Il professore di Materia Medica e Terapeutica, Robert Christison, ha affermato che gli standard professionali sarebbero stati abbassati se l'università avesse formato le donne. Secondo lui, le donne avevano una capacità intellettuale e una resistenza naturalmente basse. Il chirurgo William Walker ha pensato a coed classe sarebbe "ripugnante per i pazienti". "molti esami e operazioni sono di natura offensiva e non potrebbero essere intrapresi davanti a una classe mista senza violare i sentimenti di correttezza e decoro".​ 200 studenti maschi hanno acconsentito e firmato una petizione contro Sophia (UNA DONNA) che frequentava un corso​.

Il Tribunale dell'Università ha infine dichiarato che l'università non poteva cambiare le proprie pratiche di insegnamento "nell'interesse di una sola signora". Perché, ovviamente, una donna non potrebbe assolutamente imparare nella stessa stanza di un uomo.​

Photogrpah of the main quad at Edinburgh University
L'esterno dell'Università di Edimburgo dove studiarono gli Edinburgh Seven

Ma piuttosto che gettare la spugna, Sophia è diventata proattiva

Con l'aiuto del suo amico David Masson, an alleato delle donne nel movimento per il suffragio, ha pubblicizzato sui giornali per raggiungere le donne interessate ad unirsi a lei. ​Pensava che se abbastanza interessati, l'università avrebbe esaurito le discussioni.​

Ha iniziato a ricevere alcune risposte da donne che erano altrettanto cattive come lei. Il primo è stato Edith Pechey, che scrisse umilmente a Jex-Blake:​

“Pensate che per garantire il successo sia necessario qualcosa di più di capacità moderate e una buona dose di perseveranza? Credo di poter rivendicare queste cose, insieme ad un vero amore per le materie di studio. Ma per quanto riguarda attualmente una conoscenza approfondita di questi argomenti, temo di essere carente nella maggior parte dei casi. Temo che non dovrei, senza molti studi precedenti, essere in grado di superare l'esame preliminare. ”​

Non solo ha superato... Ha ottenuto il punteggio più alto di sempre nell'esame di ammissione. Era una delle cinque donne a sostenere l'esame, inclusa Sophia Jex Blake.

Photo of Edith Pechey, the second woman to join the edinburgh Seven
Edith Pechey, il secondo membro degli Edinburgh Seven

Queste cinque donne furono le prime membri degli Edinburgh Seven: Sophia Jex-Blake, Isabel Thorne, Edith Pechey, Matilda Chaplin e Helen Evans. Mary Anderson ed Emily Bovell si unirono poco dopo. All'epoca non lo sapevano, ma stavano per diventare pioniere per la parità di istruzione delle donne. ​Insieme, sono state le prime donne a immatricolarsi in un'università britannica.​

C'era ancora molta strada da fare

Ma questo era solo il primo passo di quello che sarebbe stato un viaggio molto lungo. Erano in abbondanza ostacoli da superare

In primo luogo, le donne dovevano pagare esorbitante commissioni. Ciò era giustificato dall'argomentazione che dovevano avere classi individuali poiché non potevano studiare con gli studenti maschi. ​. Negli esami aperti, le donne hanno superato gli uomini, ma l'università li ha valutati in modo diverso. Ciò significava che non potevano beneficiare di premi accademici ed era estremamente difficile ottenere borse di studio. Jex-Blake ha assunto il ruolo di leader, organizzando tutoraggi extra in matematica e organizzando lezioni.

I loro compagni di classe maschi non hanno risposto bene alle donne che li hanno superati (cosa c'è di nuovo?). Hanno avviato una campagna intimidatoria, probabilmente incoraggiata dai professori. Ciò includeva chiudersi le porte in faccia, accalcarsi intorno ai loro soliti posti a sedere e ridere rumorosamente e ululare quando si avvicinavano. Hanno anche seguito regolarmente le donne a casa e hanno persino attaccato un fuoco d'artificio alla porta di Sophia. Mandavano loro lettere orribili e gridavano loro "puttana" per strada. Per proteggersi, le donne hanno preso precauzioni non andando al campus da sole e rimanendo la notte. Ancora una volta, cosa c'è di nuovo?

Rivolta all'aula del chirurgo

Queste molestie e intimidazioni culminarono in un attacco nel 1870 quando gli Edinburgh Seven cercarono di sostenere un esame di anatomia. 200 studenti maschi e gente del posto hanno bloccato la strada, impedendo loro di entrare e lanciando loro fango, spazzatura e insulti. Nonostante quella che deve essere stata un'esperienza terrificante, queste tenace le signore si sono rifiutate di arrendersi. Alla fine sono riusciti a farsi strada tra la folla per l'esame. Qual è stata la reazione dei manifestanti? Hanno lanciato una pecora nella sala d'esame. Sul serio. Una pecora. 

images

Ma ogni nuvola hcome rivestimento d'argento. L'attacco ha portato il caso delle donne il pubblicoocchio di ghiaccio. Molti studenti maschi furono inorriditi da quello che era successo e agirono come guardie del corpo informali per i Sette (vai alleati!). Lo scozzese ha esortato tutti gli uomini a farsi avanti ed esprimere "la loro detestazione per i procedimenti che hanno caratterizzato e disonorato l'opposizione alle donne che perseguono lo studio della medicina a Edimburgo".​

E la gente lo ha fatto. I sostenitori hanno fondato un comitato generale per garantire un'istruzione medica completa per le donne. Tra i suoi 300 membri influenti c'era lo stesso Charles Darwin. ​Il comitato ha contribuito a pianificare la campagna per le donne e a raccogliere fondi per essa.​

Ma hanno comunque incontrato una grande resistenza

Gli uomini che avevano protestato non erano soddisfatti di questo. Hanno inviato una petizione all'università dicendo sostanzialmente che non potevano avere donne nelle loro classi. Li distraeva troppo e che era colpa delle donne, non loro. Hanno fatto una minaccia poco velata che se l'università non avesse cancellato le classi miste, avrebbero causato problemi. E non sorprende che l'università abbia votato 27 contro 4 contro le classi miste.

Non solo, l'uomo che Jex-Blake aveva identificato come il ring leader delle proteste, un ragazzo chiamato Edward Cunningham Craig, ha citato in giudizio Sophia per diffamazione. Ha detto che lo aveva accusato di essere ubriaco e di usare un linguaggio scurrile durante la rivolta. La corte si è pronunciata a favore di Cunnigham, ma gli ha assegnato solo un quarto di penny nei danni. Questo suggerisce che non erano dalla sua parte. Cunningham probabilmente non è stato il vero istigatore di questi eventi. È più probabile che il dottor Robert Christison, che si era opposto alla loro partecipazione fin dall'inizio, lo avesse fatto mente Tutto quanto, .

Nel 1873, gli Edinburgh Seven superarono tutti gli esami finali.

Avevano subito abusi da parte dei compagni di classe e dei professori. Avevano pagato commissioni esorbitanti e battuto tutte le probabilità superando esami più difficili rispetto ai loro colleghi maschi. Ma proprio mentre si vedeva il traguardo, l'università gli tolse il tappeto da sotto i piedi; non permetterebbe loro di laurearsi. La scusa che hanno dato era che le donne non potevano lavorare reparti​. I Sette e i loro sostenitori portarono la battaglia alle corti superiori, ma furono annullati. L'università ha detto retrospettivamente che non avrebbero mai dovuto avere donne in primo luogo.​

Sarebbe più che comprensibile che, dopo tutto questo, queste donne decidessero di farla finita. Ma si sono arresi?​ Diavolo no!​ Hanno preso la battaglia altrove​. Jex-Blake si trasferì a Londra nel 1874 per aiutare a fondare la London School of Medicine for Women. È stata raggiunta da Elizabeth Garret Anderson e Elizabeth Blackwell​. Blackwell è stata la prima donna a ricevere una laurea in medicina negli Stati Uniti. Jex-Blake ha continuato a formare la prossima generazione di donne in medicina. Ha anche continuato a fare campagna e studiare se stessa. Questo nonostante non ci fosse ancora un posto dove sostenere l'esame di licenza medica per le donne in Gran Bretagna.​

Photograph of the Edinburgh Sven, the first women to matriculate at a British university. They are wearing their graduation gowns.
L'unica foto dell'Edinburgh Seven che sono riuscito a trovare!

La svolta

Infine, nel 1876 fu approvato lo UK Medical Act. Ha permesso a tutti i candidati qualificati, indipendentemente dal sesso, di ottenere una licenza medica nel Regno Unito. Dublino è stato il primo posto a offrire questo. Prima di farlo, Jex-Blake e Pechey andarono a Berna in Svizzera per finire il loro MD (dottorato in medicina) nel 1877. 4 mesi dopo hanno sostenuto gli esami a Dublino. Jex-Blake è stata la terza donna in Gran Bretagna a diventare un medico ufficiale.

Gli Edinburgh Seven hanno continuato a fare grandi cose

Jex-Blake ha lasciato la London School of Medicine for Women nelle abili mani di Isabel Thorne. È tornata nella New Town di Edimburgo per diventare la prima dottoressa della città, allestendo una clinica per pazienti poveri, ed è stata parte integrante della fondazione della Edinburgh School of Medicine for Women. Questo era dove Elsie Inglis, la dottoressa più famosa della Scozia, avrebbe continuato a studiare. Ha anche fondato l'Edinburgh Hospital and Dispensary for Women. Questo è stato il primo ospedale femminile della Scozia interamente gestito da donne.​

Photogrpah of Elsie Inglis, one of Scotland's most famous women
Elsie Inglis era una dottoressa scozzese, chirurgo, insegnante, suffragista e fondatrice degli ospedali femminili scozzesi e la prima donna a detenere l'Ordine serbo dell'Aquila Bianca

Anche gli altri 6 erano fantastici!

Edith Pechey ha praticato medicina a Leeds prima di trasferirsi a Mumbai. Lì è diventata un ufficiale medico senior presso il nuovo Cama Women and Children's Hospital. Lì ha avviato un programma di formazione per infermiere, ha promosso una campagna per la parità di retribuzione per le donne nelle professioni mediche e ha sponsorizzato una delle prime dottoresse a esercitare in India, Rukhmabai, un altro brutto culo assoluto. Anche dopo la sua morte nel 1908, Pechey ha continuato a sostenere le donne che entrano nella professione medica grazie al marito che ha istituito una borsa di studio presso la London School of Medicine for Women.

Guarda quante scuole hanno fondato!

Bovell e Anderson hanno lavorato al New Hospital for Women di Londra e Chaplin ha fondato una scuola di ostetricia a Tokyo, quindi ha conseguito la laurea in medicina a Parigi, ha sostenuto esami in Irlanda e ha aperto uno studio privato a Londra. Thorne ed Evans non sono stati in grado di completare i loro studi, ma hanno lavorato in ruoli amministrativi presso la London and Edinburgh Schools of Medicine for Women, continuando a supervisionare le nuove generazioni di dottoresse per gli anni a venire, comprese due delle stesse figlie di Thorne .

L'eredità dei Sette di Edimburgo

Uno degli aspetti più stimolanti di questa storia per me è che nel corso della loro vita, tutte e sette le donne hanno restituito alla loro comunità attraverso l'istruzione. Conoscevano il valore dell'accesso all'apprendimento e si assicuravano che la loro conoscenza sarebbe andata avanti porte aperte a molte più donne. E non solo per chi voleva diventare medico. Essi spianata la via per le donne di accedere a tutte le forme di istruzione superiore. Per quanto riguarda l'Università di Edimburgo? Ha resistito alle onde del cambiamento.​ Cominciò a consentire alle donne di laurearsi - 25 anni dopo la domanda iniziale di Jex-Blake - e le sue prime dottoresse si laurearono nel 1896. ​

Un ultimo Calcio sui denti, però: dovevano comunque organizzare le proprie classi.​

La storia di The Edinburgh Seven è fonte di ispirazione, ma anche tragica.

Plaque to remember the Edinburgh Seven which reads "The Edinburgh Seven Britain's first female medical studetns 1869-1873, the Suregon's Hall Riot occurred here 18th November 1870.
La targa per ricordare le Edinburgh Seven – l'unico riconoscimento degli incredibili successi di questo gruppo di donne.

Molti dei difficoltà che hanno dovuto attraversare sono ancora estremamente rilevanti e riconoscibili per l'esperienza femminile nel 2021. Anche la loro storia è stata persa nella storia per molti anni. L'Università di Edimburgo ha finalmente rilasciato loro lauree postume nel luglio 2019, CENTOCINQUE ANNI dopo che avrebbero dovuto laurearsi. E l'unico segno che li contraddistingue è una piccola targa nella Sala del Chirurgo. Confrontalo con le infinite statue e libri sui medici di Edimburgo.

Nonostante questa incredibile storia, un rapido google ti mostrerà che ci sono a pietoso quantità di risorse per educarti su queste donne. Abbiamo ancora molta strada da fare quando si tratta di riconoscere e celebrare il contributo delle donne nella storia. Spero che questo umile post sul blog possa almeno in qualche modo correggerlo.

Ti piacerebbe imparare di più l'inglese nel contesto? Allora iscriviti al mio Culture Club online, oppure vieni a viverlo di persona in uno dei miei corsi di immersione culturale.

Torna su