Maternità senza la lingua madre

10 years in business Instagram Post Cropped 1 min

Perché abbiamo bisogno di sostenerci a vicenda attraverso la genitorialità in una seconda lingua

Quando mio figlio aveva circa 5 mesi, ricordo di aver aspettato un autobus con lui nella sua enorme buggy. Avevo già perso un autobus perché non riuscivo a ricordare se avevo spento il forno, quindi sono dovuto tornare di corsa a casa mia per controllare (era spento, ovviamente). Stava cominciando a pioggerella un po', e dovevano essere circa le 23 circa. Non avevo ancora parlato con nessuno quel giorno.

Finalmente è arrivato l'autobus e io manovrato io e il buggy in posizione per salire. L'autista ha aperto la portiera e ha detto loro che a bordo c'erano già due passeggini, quindi avrei dovuto aspettare il prossimo. Quando le porte dell'autobus si sono chiuse, sono scoppiata in lacrime. Non era la prima volta, e non sarebbe stata l'ultima.

Il primo anno da madre è stato incredibilmente solitario.

E vivevo nella mia città natale, avevo mia madre vicino a me, avevo amici con bambini piccoli, avevo soldi per le attività e avevo un partner che mi sosteneva. E forse la cosa più importante di tutte: l'inglese è stata la mia prima lingua. Nessuno parla di quanto sia solitario essere il genitore principale nel primo anno di vita di tuo figlio. Anche quando hai un rete di supporto, un ambiente domestico stabile, un buon rapporto, è incredibilmente isolando.

Photo of a tired new mother with her 4 month old baby
Io a casa con mio figlio di 4 mesi. Passavo spesso un'intera giornata senza parlare con qualcuno.

Ora immagina di essere lontano dalla tua famiglia.

 Forse gli amici che hai non sono genitori, quindi non sono disponibili durante il giorno e semplicemente non ottengono il tipo di supporto di cui hai bisogno. Forse sei arrivato di recente in una nuova città, quindi non hai nessun tipo di rete che ti aiuti. E ora considera che devi navigare tutto questo in una seconda lingua. Se diventare un genitore per gli altoparlanti L1 è difficile, essere un altoparlante L2 è una sfida ancora più grande.

Non sto parlando solo dell'accesso ai servizi di cui hai bisogno, anche se ovviamente questo è un grosso problema. Non riesco a immaginare quanto debba essere difficile difendere te stesso durante la tua nascita in una seconda lingua. È già abbastanza difficile farlo nella tua lingua madre, con le donne spesso costrette a prendere decisioni mediche che non vogliono o ad avere interventi con cui non si sentono a proprio agio. 

Anche l'assistenza alle madri è assolutamente patetica.

Mi ci è voluto più di un anno per essere in grado di elaborare la nascita di mio figlio, lottando per trovare le parole per poter spiegare i miei sentimenti di perdita per la nascita olistica che non ho mai avuto. Dopo un cesareo d'urgenza, avevo praticamente zero azione supplementare cura. Tutto ciò che il mio operatore sanitario ha fatto è stato passare attraverso liste di controllo generiche e non mi ha offerto quasi nessun supporto. Il mio GP non ho nemmeno guardato la mia cicatrice quando ho detto di sentirmi un po' a disagio 3 mesi dopo l'operazione. 

Non c'è spazio per noi per elaborare il trauma che deriva dalla nascita (sia chiaro: ogni nascita, anche a manuale uno, è un trauma per il corpo), e a essere in lutto le nostre vecchie vite e diamo il benvenuto alle nostre nuove. Non c'è una lingua per parlarne. Trovare la tua voce per esprimere come ti senti nella tua nuova realtà è incredibilmente difficile: tradurla deve essere quasi impossibile. 

E la mancanza di sonno: preparati alla disintegrazione cognitiva.

C'è una ragione per cui la forma di tortura più popolare per gli accusati di stregoneria in Scozia era tenerli svegli. La privazione del sonno è orribile. E è stato scientificamente provato per influenzare il tuo cervello. Se non dormi abbastanza, vedrai soffrire la tua memoria, concentrazione e processo decisionale.

Mum asleep with newborn baby on top of her in a baby sling.
Sto cercando di riposarmi un po' con il mio neonato dopo essermi svegliato circa 5 volte per allattare la notte.

Queste abilità sono tutte fondamentali per parlare una lingua straniera.

Spesso ero incapace di farlo mettere insieme una frase nella mia L1. Non riesco a capire come gli altoparlanti L2 siano in grado di comunicare quando hanno a neonato. Trovo sbalorditivo quanto poco venga presa in considerazione la mancanza di sonno con i neogenitori, e le neomamme in particolare.

A causa della maggior parte dei consigli sanitari che sostengono allattamento al seno a richiesta, normalmente è la madre che diventa il genitore notturno, e una volta che hai quel ruolo sei praticamente bloccato con esso per tutta la vita. Mio figlio ora ha 4 anni e sono ancora io quello che si alza la notte se si sveglia. Quindi stiamo parlando potenzialmente di un decennio di privazione del sonno (se hai più di un bambino) e di cercare di lavorare, vivere e sopravvivere in un L2 mentre il tuo cervello sta attraversando le guerre. 

E questo riguarda gli altoparlanti L2 di tutti i livelli.

 Non importa se sei un principiante o un oratore esperto. Le tue capacità cognitive sono sotto attacco, il tuo vocabolario si riduce improvvisamente a pannolini, filastrocche e diversi colori di cacca, e la tua scioltezza ne risente perché potresti passare un'intera giornata senza parlare con nessuno. Ed è NOIOSA.

Amo mio figlio più di ogni altra cosa al mondo e ora possiamo avere conversazioni fantastiche. Ma quando era un bambino, lo era da stordimento noioso. Ricordo infinite ore nei parchi giochi, ascoltando la radio con le cuffie mentre lo spingevo sull'altalena perché avevo bisogno di usare il cervello! 

Baby in a buggy asleep with hills in the background.
Mio figlio fa un pisolino a Holyrood Park. Stavo ascoltando Radio 4.

Tutti i gruppi di mamme e bambini riguardavano solo il bambino. Ho trovato difficile entrare in contatto con gli altri genitori che frequentavano questi gruppi perché tutto ciò di cui parlavano erano i loro figli. Ricordo di essere stato sventrato che la lezione di yoga di mamma e bambino a cui mi ero iscritto non mi permetteva di fare yoga. Ho appena finito per cantare Incy Ragno Wincy (ANCORA) allungando le braccia.

Non sto dicendo che non dovremmo fare cose per i bambini – il problema è che TUTTO riguarda il bambino. E ancora, stavo affrontando tutto questo nella mia PRIMA LINGUA. Come dovresti creare connessioni e amicizie quando sei esausto, depresso, molto probabilmente elaborando un trauma e in una L2?!

Non sentirti in grado di esprimerti correttamente ha un enorme impatto sulla tua sicurezza, creando paura e ansia.

Ricorda che un altro effetto della privazione del sonno è la depressione. E mentre tutto questo sta succedendo, la società ti sta dicendo che stai fallendo. Perché siamo fatti per essere perfetti come genitori, pur ottenendo un supporto assolutamente zero. Allora come possiamo iniziare a risolvere questi problemi?

Mother asleep in bed with her 5 month old baby
A letto con il mio bambino. Andavo a dormire verso le 21:30 per prepararmi a essere svegliato ripetutamente per allattare al seno per tutta la notte.

Comunicare

Il primo passo è condividere le nostre storie, perché quando parli con altri genitori ti rendi conto che tutti stanno attraversando la stessa cosa. Siamo così spesso isolati nella genitorialità che pensiamo di essere gli unici a lottare, e questo ce lo impedisce raggiungendo. Quindi dobbiamo creare ambienti sicuri e di supporto in cui possiamo sentirci abbastanza a nostro agio da fidarci e condividere.

E permettetemi un momento di sottolineare che questo è anche per i papà! A volte può essere ancora più soli per i papà che sono il genitore principale, poiché molti di questi spazi sono visti solo per le donne. Posso capire perfettamente perché le donne sentono di aver bisogno di uno spazio, tuttavia dovremmo essere in grado di accogliere anche i papà in queste comunità. Mio marito ed io abbiamo preso il congedo parentale condiviso durante il primo anno di nostro figlio, e in quei primi mesi si è sentito incredibilmente isolato perché le mamme semplicemente non gli parlavano. La società rende comunque più difficile per gli uomini connettersi emotivamente: questa è l'ennesima barriera. 

Ricordo alla follia googlare le mie emozioni postnatali alle 4 del mattino mentre ero seduto da solo nel mio soggiorno con un tiralatte attaccato a me. È stata la più sola che mi sia mai sentita, e avevo mio figlio e mio marito appena nati nella stanza accanto a me. Non voglio che succeda ad altri. Creiamo un linguaggio e uno spazio dove possiamo trovare le parole per raccontare le nostre storie e per sollevarci a vicenda.

Se questo blog ti ha colpito e vorresti saperne di più sul mio lavoro per creare una community per i nuovi genitori, registrati qui per essere il primo a conoscere i miei eventi

sottoscrivi

* indica richiesto
Torna su