Coppie minime – Pronuncia inglese

Benvenuti al post di Lezioni all'ora di pranzo di oggi. Questa settimana stiamo facendo un focus sulla pronuncia inglese sulle coppie minime. Le nostre lezioni all'ora di pranzo sono lezioni di inglese online gratuite in cui esaminiamo aree dell'inglese che sono spesso difficili per gli studenti.

Se non sei riuscito a unirti a noi per la nostra sessione dal vivo, puoi recuperare i momenti salienti della lezione di seguito. Se desideri partecipare alla nostra sessione live per avere la possibilità di porre domande all'insegnante, puoi prenotare il tuo posto direttamente sul nostro sito web. Queste lezioni sono 100% gratuite e si tengono il martedì alle 12:00.

Trascrizione del video

Oggi faremo un focus sulla pronuncia e osserveremo qualcosa che si chiama coppie minime.
 
Quindi, quali sono le coppie minime? Domanda numero uno. Le coppie minime sono fondamentalmente due suoni che sono davvero simili. È solo un suono che fa la differenza tra loro. E spesso confondono logicamente gli studenti di inglese perché sono molto simili. Quindi, per darvi alcuni esempi, sto parlando di /f/ e /v/. in ventilatore e furgone. Parole davvero simili, ma una leggera differenza. Oppure /e/ e /I/ desk e disco. Gli studenti di lingue diverse avranno problemi diversi con coppie minime perché molto dipende dai suoni nella tua lingua. Quindi, oggi esamineremo la selezione e ti darò alcuni suggerimenti su come pronunciarli. Penseremo alla forma che dovrebbe avere la tua bocca, alla posizione della tua lingua, alle tue labbra, e poi ti darò alcune frasi di pratica in modo che tu possa provare a lavorarci e svilupparle.
 
E in realtà ti consiglio davvero di registrarti, perché è un ottimo modo per ascoltarlo e vedere se lo stai facendo bene e confrontare le registrazioni.

/æ/, /ʌ/ e /ɒ/ 

Inizieremo con questi tre. So di aver detto coppie minime, e questo è tecnicamente un trio minimo, giusto. Perché ci sono tre suoni simili. Quindi i suoni che stiamo guardando, prima di tutto, sono /æ/, /ʌ/ e /ɒ/. Giusto, quindi il primo qui è lo stesso suono che abbiamo in Cat. Questo è il suono che abbiamo nel taglio, e questo è il suono che abbiamo nell'orologio. Quindi taglia, taglia, orologio.
 
E per metterlo in una frase, che in realtà non ha alcun senso, è solo così puoi esercitarti con i suoni, il gatto ha tagliato l'orologio.
 
Quindi, prova a dirlo a te stesso: il gatto ha tagliato l'orologio. Gatto, taglio, orologio.
 
In termini di come stiamo creando e producendo questi suoni, quello che voglio che tu faccia è metterti le mani sul viso e fare il primo suono. Apriamo semplicemente la bocca. Ora, per passare al secondo suono, tutto ciò che faremo è lasciar cadere la mascella. Quindi l'unica cosa che dovresti sentire cambiare con le tue mani è la tua mascella aperta e chiusa. La tua lingua non è cambiata. Le tue labbra non sono cambiate. Proprio quello spazio. OK, quindi ora se andiamo a tutti /ɒ/. Produrre /ɒ/ Ho bisogno di fare una forma rotonda con la bocca, no /uː/. Come se fossi sorpreso. Dovresti notare quando realizziamo il /ɒ/ quello, apro di nuovo la mascella, senti questa differenza?
 
E un'altra cosa che è abbastanza importante, il /ʌ/ negli esempi che abbiamo visto oggi sono parole che si scrivono con la lettera U, ma in realtà molto spesso è una parola con la lettera O. Per darvi alcuni esempi: figlio, madre, amore, guanto, i soldi. Ci sono molte parole in inglese che si scrivono con la lettera O ma usano quel suono. E un errore di pronuncia comune che le persone commettono è che invece di usarlo, usiamo /ɒ/.

/Lori/

OK, quindi per quelli di voi che non hanno familiarità con i simboli fonemici, quando ho un simbolo come questo che ha due punti, significa che è un suono lungo. Quindi, un modo per pensarci è immaginare di avere della gomma da masticare in bocca e di tirare fuori la gomma da masticare.
 
Allora, il primo suono /l/ ecco come la nave e il secondo suono /io/ è come una pecora. Quindi, faremo lo stesso di nuovo. Voglio che ti metta le mani sul viso. Quando sto facendo /io/ Dovrei sorridere. La differenza principale che stiamo facendo qui è che /io/ ha quel bel sorriso e la tua lingua si sposterà un po' indietro, giusto? 

/ɒ/ e /ɔː/

​/ɒ/ è il suono dell'orologio e per /ɔː/ immagina di vedere un bambino piccolo o se non ti piacciono i bambini, un cucciolo o qualunque cosa pensi sia carina. E questo è il suono lungo.
 
Quindi, alcune parole che hanno questa vocale lunga suonano per darvi un'idea: tribunale, legge, breve, avvertimento. Ho un accento scozzese, quindi in un accento scozzese, di solito pronunciamo il /r/ suono, ma con un accento diverso, specialmente in quelli inglesi, il /r/ il suono scompare.
 
Se dici questi con un suono breve invece di un suono lungo, cambia davvero le parole e rende difficile per le persone capirti. È molto importante usare i suoni delle vocali lunghe, perché influenzeranno la tua comunicazione. La gente non capirà quello che stai dicendo.

/æ/ contro /ɑː/ 

Lascia che ti mostri un altro esempio di vocale lunga. Quindi, abbiamo il /æ/che abbiamo visto prima. Ricordi la parola gatto? E il /ɑː/. Quindi, questo, voglio che pensi di andare dal dentista. Cosa dice il dentista quando apri bocca? /ɑː/. È come nella parola macchina. Di nuovo, hai i due punti, il che significa che è una vocale lunga, una vocale chewing gum.
 
OK, quindi lascia che ti faccia di nuovo alcuni esempi con quei suoni di vocale lunga: cuore, macchina, squalo, non posso, parcheggiare. Potresti notare che molte di queste parole hanno la lettera R. Quindi molto spesso dopo un suono di vocale lungo, hai la lettera R, e l'abbiamo vista anche negli esempi precedenti, come court, warn.
 
Quindi, di nuovo, se non faccio una vocale lunga, ascolta cosa succede. Non posso – ho fatto questo esempio, in realtà è un cattivo esempio a causa del mio accento, non dico /conto/ quello è inglese. In un accento scozzese, in realtà diciamo /conto/. È un buon esempio di variazioni regionali. Ma se avessi quello che viene chiamato un accento di pronuncia ricevuta, una specie di classico accento inglese, allora diresti /conto/. In Scozia si pronuncia il /r/ suono e penso che tu sia in Scozia o no, a volte può essere più facile pronunciare il /r/ invece di dire solo la vocale lunga. Che può essere un po' difficile da dire.

/ʤ/ e /ʧ/

Va bene. OK, i prossimi che vedremo sono /ʤ/ e /ʧ/. Quindi, questi sono suoni consonanti. Finora abbiamo esaminato i suoni vocalici e ora esamineremo alcuni suoni consonantici. Queste sono quelle che chiamiamo consonanti sonore e sorde. Ciò significa che /ʤ/ suono, come una Jeep. Lo produco nella mia gola, faccio una vibrazione. Puoi provare questo, metti la tua mano sulla gola e dici, /ʤ/. Dovresti sentire la vibrazione. ma se prendo un'altra parola come a buon mercato /ʧ/, Non sto facendo questo suono nella mia gola, sto facendo questo suono nella mia bocca. Se mi metto di nuovo la mano sulla gola e la confronto con te dovresti sentire una differenza nella vibrazione. Ed è lì che stai producendo il suono. Quindi, la mia bocca sta facendo esattamente la stessa cosa. Dovresti sentire la tua lingua entrare nel mezzo e stare dietro i denti. Prova a dire cha cha cha. È un buon modo per praticarlo.

/s/, /ʃ/ e /z/

Finiremo oggi con alcuni suoni di consonanti finali e qualcosa chiamato scioglilingua. Questo è qualcosa che è difficile da dire rapidamente. Gli scioglilingua sono davvero ottimi per aiutarti a praticare la tua pronuncia. Quindi esamineremo questi tre suoni, che molto spesso sono rappresentati dalla lettera S.
 
OK, quindi abbiamo /S//ʃ/e /z/. /S/ è, come un serpente. Per farlo dovresti sentire che le tue lingue si stanno premendo un po' nella tua mente. Non è proprio toccare il palato e riposare tra i denti. Il secondo suono è /ʃ/ di dovrebbe. Quindi, pensa a quando vuoi che qualcuno stia zitto. Quando lo faccio, le mie labbra gireranno un po'. E l'ultima volta che guardiamo qui è il /z/suona come se ti entrasse nel naso. Quindi questo è un po' un suono nasale e dovresti sentire una vibrazione. E questa parte della tua lingua sta toccando la parte superiore della tua bocca, giusto? Quindi, ecco la mia sfida per te. Finiremo con uno scioglilingua. Lo dirò lentamente una volta e poi potrai ripeterlo con me. Ho evidenziato tutti i colori per te. Quindi se vedi una s arancione, è perché deve essere una /S/, se ne vedi uno blu, deve essere un /ʃ/. E se ne vedi uno verde, è perché stiamo facendo il /z/.
 
OK, quindi quando vedi la lettera S, specialmente alla fine di una parola, molto spesso è questa /z/ fine di una parola. Ok, sono i tuoi compiti. Prova e praticalo per ottenere così velocemente. Giusto.

Sommario

Tutto quello che abbiamo fatto oggi, anche se è un suono difficile da produrre per te, puoi produrlo. Tutti gli umani hanno la stessa fisiologia. Abbiamo le stesse capacità di creare suoni. È solo che non sei abituato a sentire o produrre quei suoni. Quindi, voglio che tu lo consideri come un allenamento. Devi portare la bocca alla palestra della pronuncia. Più pratichi questo, più facile diventerà. E consiglio vivamente anche di esercitarsi con i suoni davanti a uno specchio, perché quando guardi uno specchio, vedrai quali forme stai creando con la bocca

Torna su